Ricordiamo Fukushima? La maggior parte di noi ricorda solo che è stato il sito di una tripla fusione nucleare,provocata da un terremoto, sei anni fa, ma ad oggi cosa sta accadendo?

La verità è che gli effetti dell’incidente alla centrale nucleare di Fukushima Dai-ichi saranno avvertiti da tutti gli esseri viventi sul pianeta per gli anni a venire, anche a migliaia di chilometri di distanza. La vera portata del danno di questo incidente devastante è qualcosa che molte persone non riescono a cogliere appieno.

La radiazione lentamente ma inesorabile distrugge tutto ciò con cui entra in contatto, e fino a che punto arriva il danno sarà evidente solo nel tempo. È proprio quando la maggior parte di noi inizia a dimenticare ciò che è accaduto che gli effetti del più grande disastro nucleare/industriale del mondo nella storia inizieranno ad aumentare e palesarsi in tutta la loro devastazione.

Il governo giapponese ha dichiarato pubblicamente che la disattivazione potrebbe richiedere circa quattro decenni e costare circa $ 189 miliardi. Ma è quello che non stanno dicendo che è davvero preoccupante. Le severe leggi sul segreto nazionale, pressioni politiche e potenti interessi non vogliono che i pericoli dei reattori nucleari vengano diffuse. Coloro che “svelano segreti”, come funzionari pubblici e giornalisti, saranno puniti con almeno dieci anni di prigione grazie ad un atto di segretezza del governo del 2013 che è arrivato a soli due anni dall’incidente.

Gli esperti sul campo non sanno nemmeno cosa fare, poiché non esiste un precedente per questo tipo di situazione, e il responsabile di stabilimento Shunji Uchida ha ammesso: “I robot e le telecamere ci hanno già fornito preziose immagini. Ma non è ancora chiaro cosa stia realmente succedendo all’interno. ”

Oltre ai danni già sostenuti, ci sono molti fattori che potrebbero aggravare la situazione. Ad esempio, un altro terremoto potrebbe colpire l’area e causare esplosioni di radiazioni. I terremoti non sono insoliti nel paese, che vede una media di 1,5 terremoti ogni giorno.

Il Dr. Shuzo Takemoto dell’Università di Kyoto ha detto del reattore numero 2 di Fukushima: “Se dovesse esserci un grande terremoto, sarà distrutto e disperderà il combustibile nucleare rimanente ed i suoi detriti, rendendo l’area metropolitana di Tokyo inabitabile. Le Olimpiadi di Tokyo nel 2020 saranno quindi assolutamente fuori questione ”

Fonti locali indicano che le morti legate all’incidente raramente vengono segnalate, soprattutto perché la maggior parte di queste persone muore fuori dal luogo di lavoro.

Livelli letali di radiazioni ancora rilevati
Stanno ora emergendo rapporti della Tokyo Electric Power Company, che ha gestito il sito e che è responsabile della pulizia, secondo i quali risultano livelli letali di radiazioni nel nocicolo. Gli esperti dicono che il volume di radiazioni coinvolte potrebbe uccidere una persona in appena un’ora di esposizione, e ci sono timori che potrebbe provocare una catastrofe se non fosse gestito correttamente. Vi sono anche timori che l’acqua contaminata finisca nell’oceano, e uno stoccaggio inadeguato dei rifiuti potrebbe avere conseguenze di vasta portata.

Uno studio del 2015 ha rilevato che i bambini che vivevano nelle aree limitrofe al sito quando avvenne il disastro, starebbero sviluppando il cancro alla tiroide a un tasso 50 volte maggiore rispetto ai bambini che vivevano in altre aree, e questi numeri crescono con il tempo.

Di fronte a danni  così vasti  forse dovremmo chiederci se vale la pena ancora puntare sull energia nucleare . Tuttavia, visti gli sforzi per mantenere l’entità del danno nascosto, quella dell’industria nucleare globale sembra essere un business troppo redditizio, per qualcuno, dato che ha attualmente ci sono più di 50 reattori in costruzione, molti dei quali in Asia, con altri 400 nelle fasi di pianificazione.

FONTE[naturalnews]