Le formulazioni a base di erbe potrebbero essere potenzialmente utilizzate come opzioni alternative per prevenire e curare la febbre Dengue . Uno studio pubblicato sul Journal of Ayurveda and Integrative Medicine ha esaminato studi precedenti sui trattamenti a base di erbe usati per la cura della malattia in India.

La Dengue è comune in oltre 100 paesi e ogni anno colpisce più di 300 milioni di persone nel mondo. Tuttavia, non sono ancora disponibili medicinali specifici mirati contro l’infezione. Questo crea panico nei pazienti e mette sotto pressione i medici che gestiscono la malattia, secondo i ricercatori.

Diverse formulazioni di origine vegetale sono state utilizzate per combattere la Dengue. Tuttavia, ci sono solo alcuni studi scientifici convalidati su questi medicinali a base di erbe in India.

Gli autori dello studio hanno effettuato una revisione della letteratura scientifica sulle alternative a base di erbe per combattere i virus della Dengue. Tutti i tre metodi e modelli di studio – in vitro, in vivo e studi clinici – sono stati adottati dai ricercatori degli studi esaminati.

Utilizzando una ricerca bibliografica, hanno trovato 22 piante dell’India che sono state raccomandate per il loro uso nella lotta contro la Dengue. Tuttavia, di tutte queste piante, solo quattro sono state testate scientificamente e hanno dimostrato di essere efficaci. Le quattro piante comprendono l’albero di neem ( Azadirachta indica ), la papaya ( Carica papaya ), il seaberry ( Hippophae rhamnoides ) e l’abuta ( Cissampelos pareira) , che hanno mostrato un miglioramento dei sintomi clinici e un effetto preventivo diretto contro il virus della Dengue. In particolare, gli studi clinici con papaia hanno mostrato un aumento della conta piastrinica e un recupero più rapido. Inoltre, gli autori hanno suggerito che queste piante potrebbero essere ulteriormente studiate come potenziali agenti per i farmaci contro la Dengue.

“C’è la necessità di cercare più di queste formulazioni a base di erbe, che vengono praticate a livello locale, documentarle correttamente e convalidarle scientificamente per confermare l’efficacia, l’azione meccanicistica e la sicurezza, prima dell’uso”, hanno scritto gli autori della rivista.

Maggiori informazioni sulla febbre Dengue

La febbre Dengue è una malattia causata da uno qualsiasi dei quattro tipi di virus Dengue diffusi dalle zanzare che crescono dentro e vicino alle case degli umani. Il virus entra nella zanzara quando morde una persona infettata da un virus della Dengue. Quindi, quando la zanzara infetta morde un’altra persona, il virus entra nel flusso sanguigno di quella persona.

Le persone più  a rischio  sono quelle che vivono in aree tropicali e subtropicali. È più comune nel Sud-Est asiatico e nelle isole del Pacifico occidentale, ma è in rapido aumento in America Latina e nei Caraibi. Coloro che sono stati precedentemente infettati da un virus della febbre “Rompiossa” sono anche ad aumentato rischio di avere sintomi gravi se vengono nuovamente infettati.

La maggior parte delle persone – bambini e adolescenti, in particolare – potrebbero non manifestare segni o sintomi durante un lieve caso di febbre Dengue. Tuttavia, quando si verificano, in genere iniziano da quattro a sette giorni dopo essere stati morsi da una zanzara infetta. La febbre lieve causa febbre alta, mal di testa, dolori muscolari, ossei e articolari, nausea, vomito, dolore dietro gli occhi, gonfiore delle ghiandole ed eruzioni cutanee. Il recupero dalla malattia dura circa una settimana.

Se i sintomi peggiorano, può diventare mortale. Quando i vasi sanguigni si danneggiano e si perdono le piastrine del sangue, può causare febbre emorragica, che è una forma grave di febbre Dengue. Altri segni e sintomi di Dengue grave includono dolore addominale grave, vomito persistente, gengive sanguinanti o naso, sangue nelle urine, feci o vomito, sanguinamento sotto la pelle che potrebbe sembrare lividi, respiro difficile o rapido, pelle fredda o viscida, affaticamento e irritabilità o irrequietezza.

 

FONTE[naturalnews]