Più di 600 dipendenti della polizia municipale di Roma all’alba hanno iniziato una massiccia operazione di confisca e demolizione di otto ville a est della Capitale, illegalmente costruite dai membri della potente famiglia mafiosa del clan rom. L’inizio dell’operazione tramite Facebook l’ha annunciata il sindaco di Roma Virginia Raggi, presente sul luogo dell’operazione di polizia e ha personalmente seguito la vicenda. Le forze dell’ordine hanno circondato la zona di una superficie di circa 2 mila metri quadrati, su cui si trovano le costruzioni abusive, e hanno chiesto ai residenti di lasciare l’edificio. La polizia municipale di Roma ha riferito che l’operazione si svolge in modalità normale, nelle ville costruite illegalmente vivevano senza resistenza, i residenti hanno rivolto urla e parolacce verso le forze dell’ordine. Attualmente, la polizia ha effettuato perquisizioni nei locali, perché non è escluso che ci possa essere nascosta della droga. Nel prossimo futuro, i bulldozer e altre macchine da costruzione arriveranno al sito dell’operazione, che si occuperà della demolizione degli edifici. Tutte le ville sono state illegalmente costruite su terreni comunali dai membri del clan negli anni ’90. I tentativi di confisca e sfratto degli inquilini sono già stati tentati dalle forze dell’ordine, ma i rappresentanti del gruppo criminale si sono stabiliti in queste ville di nuovo.

 

Fonte:[Sputniknews]