“In Sardegna si deve poter mungere, vendere e viaggiare in auto. Non tollererò altre settimane di strade bloccate e latte versato”.

Matteo Salvini è intervenuto a Roma, in un incontro della Coldiretti, e ha parlato anche della vertenza che sarà oggi sul tavolo del Viminale, quando il vicepremier, assieme al ministro delle Politiche Agricole Gianmarco Centinaio, riceverà il governatore Francesco Pigliaru, l’assessore Pier Luigi Caria, i pastori, gli imprenditori, i consorzi, le cooperative e gli industriali, cercherà di trovare una soluzione al problema che da giorni sta paralizzando l’Isola, con proteste e blocchi stradali dal Nord al Sud Sardegna.

“Vediamo un po’ come andrà: da 60 centesimi a minimo un euro al litro, è quello che spero di concludere entro stasera. E non mi alzerò dal tavolo finché non ci sarà una soluzione”, aggiunge il vicepremier, che definisce i pastori sardi “gente determinata”.

“Ieri ho parlato con alcuni capi al telefono, sono abbastanza determinato anch’io”, afferma.

Poi osserva: “Possiamo mettere un toppa sul pecorino oggi, una sull’olio d’oliva domani, ma per affrontare questi problemi ci vuole una riforma di sistema”.

 

Fonte:[unionesarda]